Non solo virtuale

Sono alle prime armi e apprezzo molto chi, in un modo o nell’altro, cioè insegnandomi o stimolandomi, mi aiuta a migliorare.
Sono nel Sim Racing da un paio di mesi, per dare sfogo alla mia passione per le competizioni automobilistiche, di cui sono appassionato fin da ragazzino, e per costruire una comunità di persone che vogliano circondarsi di persone di qualità, con cui condividere la stessa passione.

Voglio divertirmi, e per me divertimento significa competere in gara, ma anche avere a che fare con persone di livello, nel senso umanistico del termine, cioè persone educate che sanno comportarsi, con cui è piacevole interagire e scambiare.

Da un paio di settimane ho iniziato a interagire nelle varie community virtuali, nelle quali ho fatto conoscenza con persone di gran valore, con cui cioè è bello interagire e scambiare.

Con questi ragazzi, miei coetanei e anche più giovani, una volta o due alla settimana ci facciamo delle serate in ACC, sentendoci a voce in Discord. Oltre che a correre, ci facciamo anche delle grasse risate e parliamo “del più e del meno”, il che contribuisce alla creazione di rapporti umani veri, anche se da distanza.

*Questo è il motivo per cui quasi tutti preferiscono sessioni multiplayer fra umani, a quelle contro le AI (concorrenti intelligenze artificiali).*

Con le persone in questione, che chiamo amici, si è creato un rapporto che va oltre alla mera attività di sim racing. Infatti, parliamo anche di cose che con il sim racing non c’entrano nulla, anche di problemi personali.

———-

“Gabri ho dei problemi”
“Che succede?”
Nessuna risposta, nessuna conferma di lettura dei messaggi (WhatsApp).
“Ragazzi, XXXX mi ha mandato un messaggio dicendo che ha problemi. magari si collega più tardi”
Dopo un po’…, durante una sessione in ACC: “Gabriele ti ha risposto XXXX?”
Io: “No, non ha ancora visto i miei messaggi”
“Ca**o… speriamo non gli sia successo nulla di grave”
Mattina:
“Scusate per ieri sera vi ho dato buca ma ho litigato con la moglie…!”
Ci siamo preoccupati per un’umano che non abbiamo mai visto in faccia e con a cui non abbiamo mai stretto la mano, il che significa che questa attività di Sim Racing, non è solo roba virtuale, ma reale, perché mette in connessione anime.

—-

Con un altro (Luca) ci siamo dati appuntamento a casa mia quest’estate. Ho invitato lui e la sua famiglia a passare qualche giorno insieme.

—–

Questi sono solo due esempi di cosa intendo per rapporti di qualità con persone di qualità, e per far capire cosa succede quando le anime si trovano.

Lascia un commento

Ready for the Journey?

It's all about speed!

Become a Pro Racer

Click here to learn more...

Progetto G è un'associazione no-profit del tipo APS iscritta al terzo settore, il cui scopo è quello di offrire opportunità di crescita individuale e collettiva, attraverso l'organizzazione e la gestione di eventi inerenti al Sim Racing.

X
X
X